domenica 15 gennaio 2012

E poi è arrivato Lui.

Ho una lista di uomini sbagliati infinita.
Vestiti sbagliati, sorrisi sbagliati, notti sbagliate, e soprattutto, mattine sbagliate
Mi sono svegliata, girata nel letto e visto uomini sbagliati troppe volte, e ogni volta mi sono ritrovata a pensare che così facendo mi stavo dimenticando di cercare l’uomo giusto.
Mi stavo dimenticando di essere me stessa, di sorridere alle battute vere, di parlare della MIA vita, tutta la mia vita.
Mi permettevo di sfilare la maschera durante la pausa pranzo con il mio collega. Con lui parlavo di tutto, mi sono sempre sentita tranquilla e serena anche a parlare con lui delle mie notti sbagliate. E quante volte gli ho confidato la mia più grande paura, quante volte alla fine gli ho detto “Io sto troppo bene sola..non starò mai tanto bene con qualcuno come con me stessa..”.
E lui come me.
Lui come me in tutto.
Troppe parole senza dire niente, tante risate, stesso piatto, stesso aperitivo. E mai, mai in disaccordo.
Lui con le sue storie, io con le mie, noi a raccontarci cosa nelle nostre relazioni non ci piace. E tornare a casa pensando sempre “meno male che lui mi capisce..”
Il mio compleanno, solo lui ci teneva tanto. Forse più di me. E’ stato bello vederlo cercare qualcosa da fare per me, è stata una cosa nuova. E’ stato l’inizio delle prime volte.
Il primo weekend fuori con un amico, la prima sbronza, la prima colazione… il primo bacio.
Un giorno mentre prendo il sole, lui si avvicina e mi bacia. E la mia vita cambia per sempre.
In un secondo, mentre lui mi bacia, mi rendo conto che sono innamorata lui, che voglio stare con lui e che non posso assolutamente farne a meno.
E’ come se il mio cuore mi stesse dicendo “allora l’hai capito..” è come se fosse la cosa più normale da fare al mondo. Come mettere un piede dopo l’altro e imparare a camminare.
Così è iniziata la mia storia d’amore. Quello vero.
Ora è lontano, in un'altra città. Non mi può più portare al mare dopo lavoro, niente pause pranzo. Per ora è così..ci costruiamo un futuro da lontano.
Durerà poco questa situazione, lo so.
Tra vent’anni magari qualche volta ci capiterà di passare per Livorno, penseremo a quel treno e ci ricorderemo ancora le fermate.. tra vent’anni, non so ancora dove, avremo una famiglia bellissima, adotteremo un bambino e avremo un cane di nome Pinolo o Pesto.
Dirò a tutti che proprio nel momento in cui stai bene da solo, proprio quando ti chiedi se sei in grado veramente di avere una storia e di innamorarti, in quel periodo della tua vita arriva lui.
Proprio quando non te lo aspetti, e potrebbe essere aldilà della scrivania.
Da qual momento in poi la vita cambia per sempre, e impariamo la giogia di poter lasciare il proprio cuore tra le mani di un altra persona.
"Amore non è guardarsi a vicenda, ma guardare insieme verso la stessa direzione." Antoine De Saint-Exupéry

4 commenti:

  1. ma quanta saggezza in una ragazza così giovane!
    Cerca di essere forte, hai detto bene è solo una fase, per costruire qualcosa di grande insieme
    e poi ti stancherai di averlo sempre vicino :D

    RispondiElimina
  2. ehehe..guarda prima di Lui non ero così, proprio per niente!!!!anzi...c'est l'amour!!!non vedo l'ora di stancarmi di lui in Tampa Bay!

    RispondiElimina
  3. Pinolo..lo amo già. In bocca al lupo Agnes, ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olivia..
      Pinolo è il primo obiettivo!!!=))

      Elimina